L’ALIBI DEL VINCOLO ESTERNO DI GUALTIERI

Il ministro per l’Economia e le Finanze Gualtieri sarà anche un grande storico e accademico, ma come uomo di pubbliche relazioni si sta rivelando abile più o meno quanto Toninelli.

13 Nov 2019

IL MURO CHE CADE NON È L’EUROPA UNITA

Che noia infinita la prosopopea del Muro di Berlino che cade come principio dell’Europa Unita. In un’epoca in cui il Vecchio Continente mostra tutta la propria stanchezza come progetto politico ed economico, i media mainstream fanno tutto quello che possono per venderci la lungimirante decisione di riunificare le due Germanie per quello che non è.

12 Nov 2019

UN PICCOLO COMUNE SI TRAFORMA IN SPARTA CONTRO ROMA

Quando la politica di Roma si confronta con la politica del mondo reale, son dolori. Lo dimostra la protesta di un sindaco di un piccolo comune del bresciano che – per venti, miseri, giorni di ritardo in un rendiconto – si è visto chiedere indietro dallo Stato il cinque per mille devoluto al Comune dai propri concittadini.

11 Nov 2019

L’UNGHERIA: EURO È UNA TRAPPOLA

Lo ha scritto sulle pagine di Financial Times, non su un organo di partito o su un giornale di second’ordine, Matolcsy, governatore della Banca centrale ungherese: l’Euro è stato un errore madornale. 

7 Nov 2019

ARRIVA LA MANOVRA DELLE TASSE

Il governo giallo-rosso – quello che doveva salvare il Paese dalle clausole di salvaguardia e permettere all’Italia di scampare alla congiuntura economica – passerà alla storia come l’esecutivo che ha imposto alla nazione una manovra fatta solo di nuove tasse.

6 Nov 2019

LA FARSA DELLE AUTO AZIENDALI

Fa ridere il dibattito politico sulla manovra economica di questi giorni, come scrive Giovanni Liturri sulle pagine della testate online Start Magazine parlando del disegno di legge finanziaria che è in arrivo al Senato per la relativa discussione: “Dopo che gli italiani avevano già realizzato che non sapevano che farsene di una riduzione di tasse rispetto ad un paventato aumento e che per loro contava il fatto che le tasse aumentavano rispetto al 2019 – scrive Liturri –, al Governo hanno pensato di replicare, sperabilmente con maggior successo, lo stesso copione.”

E così è partito il fuoco di filo di dichiarazioni, soprattutto da parte renziana, tutto finalizzato ad intestarsi il merito di una probabile riduzione, o meglio rimodulazione secondo la neolingua, del paventato aumento della tassazione legata all’utilizzo delle auto aziendali e della ormai famigerata plastic tax.

5 Nov 2019

SALVATE QUEL CHE RESTA DEL CETO MEDIO

Sabato scorso il fondatore di questo blog, Ernesto Preatoni, sulle pagine di Libero ha lanciato una proposta: invece di imporre nuove tasse e continuare a dare mancette a destra e a sinistra, a Roma si dovrebbe pensare al settore produttivo e al ceto medio, che da anni scivola verso la povertà.

4 Nov 2019

DOPO LA BATOSTA PROMESSE SULLE TASSE

Viene quasi da ridere a leggere l’articolo di Marco Galluzzo, pubblicato sul Corriere della Sera di oggi, in cui Conte – dopo la batosta elettorale in Umbria – annuncia modifiche alla manovra economica e promette grandi manovre sul fronte del fisco per il 2020, a cui questo governo difficilmente potrà arrivare.

30 Oct 2019

ALTRE TASSE SI PAGANO ALLE URNE

Il governo ha preso una legnata alle elezioni? Niente paura, a gennaio la compagine giallo rossa rischia di prenderne una ancora peggiore.

29 Oct 2019