PER L’EURO GLI ESAMI NON FINISCONO MAI

Domenica si vota in Germania, il 22 ottobre in Italia per il referendum sull’autonomia finanziaria del Lombardo-Veneto. Infine in Spagna per decidere il futuro della Catalogna (ammesso che Madrid conceda il via libera).

21 Sep 2017

ESPROPRIO DI STATO

Chi ha il compito di gestire i conti pubblici italiani ama gli eufemismi. Salvo cambiare idea quando l’acqua arriva alla gola.

20 Sep 2017

FINE DELLE ILLUSIONI: LE TASSE NON SCENDERANNO

Niente da fare. Il miracolo renziano è finito, impossibile da raggiungere almeno quest’anno. Anche nel 2018 le tasse non caleranno. Anzi, qua e là, si cominciano a vedere nuovi aumenti.

19 Sep 2017

IL DEBITO AL TEMPO DELL’EURO (E DELLA LIRA)

Il debito pubblico italiano ha appena segnato il nuovo record assoluto a 2.300 miliardi. I primati che si inseguono su questo fronte, ormai, non sono più una notizia.

18 Sep 2017

LA TEMPESTA CHE ATTENDE L’EURO

Dieci anni fa le banche smisero di prestarsi denaro tra di loro perché nessuno poteva sapere con certezza il valore di certi investimenti che stavano nel portafoglio del sistema.

15 Sep 2017

IL SUPER-EURO UCCIDERÀ LA RIPRESINA

La ripresina in corso sta per essere uccisa dal super-euro. Una verità troppo amara per essere sbandierata. Meglio giocare con le illusioni.

14 Sep 2017

UN PAESE A POVERTÀ CRESCENTE

Un Paese sempre più povero. All’appello, secondo un’analisi del Centro studi Impresa Lavoro, mancano circa sessantacinque miliardi di ricchezza delle famiglie rispetto ai 4mila miliardi del 2006.

13 Sep 2017

SUDDITI DELLA GERMANCIA (GERMANIA PIÙ FRANCIA)

Diventeremo sudditi della «Germancia» (Germania più Francia)? La costruzione è in corso. Il primo passaggio sarà la creazione del ministero dell’Economia europeo, seguito poi (attraverso fusioni più o meno forzate) dalla nascita di grandi banche europee a guida tedesca e francesi, quindi di grandi gruppi industriali.

11 Sep 2017

Il buio oltre il super Euro

Draghi ha lasciato i tassi al minimo storico e il bazooka monetario spianato. Ha confermato l’equilibrio che ha impedito all’euro di crollare.

8 Sep 2017