Ma un governo serve davvero? Certo è una domanda molto provocatoria. Ma come escludere qualche briciolo di verità in questa affermazione? Forse i due grandi vincitori del 4 marzo non hanno molta voglia di andare a Palazzo Chigi. Magari non ora e forse non in queste condizioni. Il balletto dei veti incrociati, forse, nasce da qui. Matteo Salvini aveva chiesto il voto per la flat tax. Luigi Di Maio con il reddito di cittadinanza. Difficile arrivarci vista la situazione. Per questo oggi nessuno dei due sembra correre verso palazzo Chigi a qualsiasi costo. Prendessero le redini del governo dovrebbero decidere sulla guerra in Siria. Che fare? Il caos internazionale non era nel loro menù. Meglio stare alla larga anche a costo di lasciare l’Italia senza governo per qualche settimana. Che poi sia così gran sciagura, non è detto. Negli ultimi anni il non-governo ha portato una certa fortuna ad altri paesi europei. È stato non governato il Belgio, e non governando ha sistemato i suoi conti pubblici, fatto scendere un debito che era al livello di guardia ed è riuscito pure a fare crescere la ricchezza del paese. È stata non governata la Spagna, e non governando ha dato lezioni a mezza Europa su come tirare su una economia che sembrava compromessa con ritmi del 50% superiori a quelli della media europea. Non c’è stata medicina più efficace del non-governo, e chissà che una eventualità simile non possa diventare auspicabile anche in Italia. Qualche vantaggio è evidente. Senza un governo, l’Europa matrigna è anche un bel po’ più lontana. A chi indirizzare il consueto sermone di primavera? A chi dare due schiaffoni sulla finanza pubblica se non c’è nessuno? A chi chiedere una manovra correttiva perché i conti non sono quelli che ti attendevi? Per la verità non è che cambi molto. Anche quando avevamo governi forti e leader sgargianti, abbiamo rimediato a Bruxelles bei calcioni. Quindi si evitano guai e non si perde proprio alcuna opportunità. Non avere un governo in carica può essere un bel sollievo anche per gli italiani. Non diminuiranno le tasse, e non arriverà il reddito di cittadinanza. Ma almeno nessuno complicherà la vita.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail