Siamo veramente alla farsa: il Parlamento tedesco pretende di sapere dalla Bce se le nostre banche stanno bene. 

La notizia era – ovviamente – passata sotto traccia sulle pagine della maggior parte dei grandi quotidiani, ma che MF aveva lanciato in prima pagina, il 13 di luglio. Una notizia, dicevamo, da brividi. Il giornale milanese a metà del mese raccontava – sotto al titolo “Il Parlamento tedesco indaga sull’Italia – il fatto che il Bundestag aveva posto per iscritto una serie di domande alla Banca Centrale Europea sulla solidità delle banche italiane. Notate bene: non quelle tedesche, quelle italiane.

Quindi, riassumendo: il parlamento del Paese che ha costretto l’Europa a svenarsi per “salvare” la Grecia – ovvero per salvare gli istituti tedeschi con i bilanci zeppi di debito ellenico sui propri bilanci – domanda alla BCE se i contribuenti italiani possono stare sereni sulle banche italiane. Una cosa mai successa.

Come spiega l’autore di un secondo articolo – dal titolo “Pasticcio Bundestag, parla la Bce” – apparso martedì 17 luglio su MF, Francesco Ninfole, “Le domande sono apparsi irrituali persino agli uffici del Bundestag, che contattati, si sono detti in prima battuta non a conoscenza della lettera e ‘stupiti che il capo del Parlamento tedesco, in quanto potere legislativo supremo, interferisca nelle questioni governative, in tal modo'”.

Siamo, appunto, alla farsa perché sono addirittura i grand commis tedeschi a restare basiti di fronte all’azione dello stesso Parlamento per il quale lavorano. Come osserva Ninfole in chiusura del proprio articolo “Forse in futuro diventerà la prassi per i parlamentari nazionali formulare domande tendenziose su altri sistemi bancari. Per il momento un caso di questo tipo è unico. La mossa del Bundestag appare un tentativo scomposto per mettere sotto pressione il supervisore, indicando la forte (persino ossessiva) attenzione della Germania sull’Italia e le aspettative di Berlino sull’azione di vigilanza.”

Insomma, un modo come un altro per dire: Italia attenta a non provare a cambiare strada in politica economica (e scordati di discutere dell’assetto dell’Euro). L’alleato tedesco ti guarda e preme sulla Banca Centrale.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail