Gianluigi Dal Brun scrive al Pioniere chiedendo un’opinione su due quesiti. 1) Ogni stato membro a semplice richiesta dovrebbe aver diritto a nuova moneta euro senza che la Bce o chiunque altro possa opporsi. Ad esempio se ad Italia o Grecia servono 2000 euro abitante per un certo numero di anni, Bce deve stampare e consegnare gratis 2000 euro. Ogni governo potrà spenderlo come meglio crede.
2) Solo al raggiungimento di un inflazione al 7% (od aliquota da decidersi) gli stati membri si incontreranno e potranno discutere del problema e trovarne ulteriori soluzioni. Senza questi due punti fermi Italia è meglio esca subito perché l’euro è la morte.

Prima di rispondere occorre una premessa. I quesiti di Gianluigi Dal Brun sono preceduti da un cappello in cui, se comprendiamo bene, viene descritto il fenomeno del signoraggio. Il nostro lettore chiede l’azzeramento di questo beneficio per la Bce attraverso dei correttivi che sfociano nei quesiti contenuti nella lettera. Diciamo subito che i diritti di signoraggio sono legati all’emissione della moneta e quindi scinderli e collocarli in una contabilità separata è un’operazione non semplice. E comunque andrebbe incontro a quesiti giuridici complessi vista la l’origine della Bce. Ancora più difficile individuare le procedure per la restituzione ai singoli Stati. A questo aggiungiamo che la strada proposta porta alla dissoluzione del sistema euro. Se ogni stato è libero di richiedere la quantità di moneta a che serve la Bce? Basta restituire sovranità alle banche centrali nazionali . Quanto all’inflazione c’è da fare una considerazione: il tetto del 2% è fissato nel Trattato di Maastricht. Per modificarlo occorre rivedere gli accordi. Altrimenti non si può fare. Ma serve? Se bisogna rimettere le mani sull’architettura istituzionale tanto vale essere radicali. Inutile aprire un balletto infernale per negoziare un punto in più o in meno d’inflazione. Né riscrivere lo statuto della Bce. Molto meglio, e più efficace, aprire un tavolo per arrivare allo scioglimento concordato della moneta unica. Altrimenti, come dice Gianluigi Dal Brun sarà la morte.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailfacebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail